7
copy of attestati di partecipazione -3

© 2022 Dott.ssa Chiara Palmieri All rights reserved 

CONSIGLI PER NEO GENITORI: QUALI OGGETTI SONO DAVVERO UTILI PER LO SVILUPPO DEI BAMBINI ?

2022-10-31 11:44

Chiara Palmieri

CONSIGLI PER NEO GENITORI: QUALI OGGETTI SONO DAVVERO UTILI PER LO SVILUPPO DEI BAMBINI ?

Quando si è genitori (sopratutto per la prima volta) arriva sempre un momento in cui si inizia a pensare agli acquisti da fare per il futuro nascituro....

 

 

 

 

 

 

Quando si è genitori (sopratutto per la prima volta) arriva sempre un momento in cui si inizia a pensare agli acquisti da fare per il futuro nascituro.  Ci si trova spesso a chiedere consigli o visitare siti internet senza in realtà capire se se saranno realmente utili, ma sopratutto se saranno i migliori per il loro corretto sviluppo e quando parlo di  sviluppo mi riferisco allo sviluppo neuropsicomotorio.

In questo articolo non voglio consigliarvi un prodotto piuttosto che un’altro, ne fare campagne pubblicitarie o di vendita. Il mio obiettivo è di fornire una descrizione dei principali prodotti della prima infanzia in chiave di sviluppo neuropsicomotorio e di
fornirvi le informazioni necessarie affinché non solo non spendiate soldi inutilmente, ma soprattutto facciate gli acquisti necessari con un livello di consapevolezza maggiore.

Premetto che, dopo aver fatto una breve ricerca sul web, le informazioni che vi darò saranno un pò una voce fuori dal coro e proprio per questo  credo sia essenziale fornirvele. 

Gli oggetti che più comunemente vengono consigliati, usati, acquistati o regalati quando in una famiglia sta per arrivare un bambino di solito sono : sdraietta, palestrina, box e girello ( anche se per fortuna quest'ultimo sempre meno).Sono oggetti che possono essere un aiuto per una neo mamma e per questo motivo non è corretto a mio avviso demonizzarli  ( a parte uno) , ma vanno usati nel modo corretto.
omoda in determinati momenti, permette alla mamma e al papà di passare dei momenti in tranquillità ( e chi ha un bambino piccolo sa che questi momenti sono pochi e preziosi!) , magari di mangiare un boccone insieme o di farsi una doccia con il proprio bimbo/a tranquillo ed è per questo che vi dico: compratela ! Ma è bene dirvi che  un uso prolungato non giova al bimbo. Se è vero che il bambino è in posizione semi-seduta e quindi sembrerebbe che possa vedere meglio l’ambiente che lo circonda, in realtà essa fornisce prevalentemente una visione frontale. La posizione obbligata sulla sdraietta limita i movimenti del bambino constringendolo a guardare solo davanti a lui, senza permettergli di esplorare con lo sguardo ciò che accade intorno e quindi di conseguenza di compiere movimenti che gli permettano di interagire con l’ambiente esterno.E' bene alternarla a cambi di poszionione e per esempio al tappeto, dove il bambino può muoversi liberamente e esplorare l'ambiente che lo circonda.


Il box: Il box può essere usato quando il bambino è molto piccolo o se l’ambiente che lo circonda non è molto sicuro, ma mano a mano che il bimbo cresce e acquisisce abilità e competenze motorie il box va meno bene, piò essere utilizzato per brevi periodi se la mamma ha bisogno di allontanarsi dalla stanza o se per esempio deve cucinare, ma se viene usato per tanto tempo  il bambino si sentirà "in gabbia" e quello che potrebbe accadere è di  introdurre una verticalizzazione precoce. portando il bambino ad attaccarsi ai bordi del box e a trovarsi in stazione eretta senza che però la sua muscolatura, il suo bacino e il suo senso dell’equilibrio siano pronti per farlo. 
incentiva il bambino a stare a pancia in su guardando verso l’alto nei mesi in cui deve sviluppare le competenze per poter iniziare a gattonare e poi camminare. E per compiere questi passi quello che deve imparare è lo schema di “rotolamento” che è quello che gli permette di portarsi da supino a prono per poi iniziare spostarsi a quattro zampe.

La palestrina: va bene perchè consente al bambino di muoversi liberamente su una superficie sicura, ma oltre agli oggetti appesi in alto sarebbe bene mettere dei giochi per terra a lato del bambino in modo tale da favorire la rotazione della testa e prevenire torcicollo e plagiocefalie e da iniziare a permettere al bambino di rotolare ( competenza molto importante che raggiungerà intorno ai 5 mesi).


Il girello: non usatelo!

Mette il bambino in una posizione eretta precoce senza che abbia acquisito competenze motorie e muscolari adeguate. Inoltre il bambino nel girello è seduto su un supporto e muovendo i piedini si sposta per raggiungere gli oggetti, ora vi chiedo: avete mai visto qualcuno camminare da seduto? 
Ecco con il girello si dicesse al cervello del bambino che è questo lo schema motorio corretto che gli permetterà di camminare, direi nulla di più sbagliato! Infine predispone il bambino a imparare a camminare spingendosi con le punte dei piedi invece che trovare la stabilità sull’intera pianta del piede.
L’organizzazione mondiale della salute ha raccomandato ai genitori di non utilizzare il girello, addirittura nel 200 il Governo Canadese ha bloccato le vendite all’interno dello Nazione.


 

 

Come creare un sito web con Flazio