LE INFEZIONI: COSA SONO, COME SI SVILUPPANO E COME SI TRASMETTONO

Aggiornamento: 17 apr 2020

COSA SONO?

Sono delle reazioni patologiche causate dalla penetrazione di alcuni microrganismi patogeni all’interno di un organismo.


Esistono diversi tipi di microrganismi patogeni:


  • VIRUS

  • BATTERI

  • MICETI (FUNGHI)

  • PROTOZOI

Questi mircrorganismi si trasmettono da un organismo all’altro con modalità differenti, le prinicipali modalità di trasmissione sono le seguenti:

VIA AEREA: Attraverso goccioline di saliva o escreato ( cioè catarro misto a saliva) . in medichese vengono chiamate Droplets ( dall’inglese drop, goccia).


Per via aerea si possono trasmettere le seguenti infezioni: influenza, morbillo, parotite, pertosse, rosolia, scarlattina, tubercolosi, meningite, polmonite, covid-19.

VIA OROFECALE: avviena attraverso l’ingestione di germi acquisiti tramite l’apparato digerente


Le infezioni che si trasmettono per via orofecale sono: dissenteria, epatite A , colera, Tifo, salmomnellosi , vermesolitario, poliomelite, amebiasi, giardiasi

VIA TRANSCUTANEA: avvengono attraverso la cute lesionata ( anche lesioni di minima entità) che creano passaggio per gli agenti patogeni oppure causate da punture di insetti o morsi di animali.


Le infezioni che si trasmettono per via transcutanea sono: epatiti ( tranne la A) . HIV, rabbia, dengue, malaria e febbre gialla.

In particolare dengue, malaria e febbre gialla sono causate da punture di insetto (per lo più sanzare) che fungono da veicolo di trasmissione transuctaneo, attraverso la loro puntura.

COSA SUCCEDE AL NOSTRO CORPO?


Quando l’agente patogeno entra nel nostro organismo il nostro sistema immunitario riconosce l’agente patogeno come una minaccia e si attiva mettendo in atto una risposta difensiva.

Il sistema immunitario è composto da una fitta rete di cellule, tessuti e organi che lavorano tra loro in maniera magistrale per difendere il nostro corpo.

Se l'agente patogeno è qualcosa di non ancora noto (perchè non ne siamo ancora venuti a contatto , oppure perchè non è ancora stato identificato), il nostro sistema immunitario attuerà una risposta aspecifica, chiamata immunità innata.

Questa risposta immunitaria è la prima ad attivarsi; essendo aspecifica infatti permette un intervento veloce e su "larga scala". Una volta riconosciuto l'agente patogeno ( e questo di solito avviene se l'organismo ne è già venuto a contatto in precedenza o è stato vaccinato) verrà attivata una risposta immunitaria più mirata e specifica, chiamata immunità adattiva.

COSA FA IL NOSTRO CORPO?


LA FEBBRE è solitamente uno tra i primi meccanismi che il nostro corpo mette in atto quando si viene a contatto con un agente patogeno. La febbre è un meccanismo di difesa e SERVE AD EVITARE CHE VIRUS E BATTERI SI REPLICHINO, molti di essi infatti muoiono ad elevate temperature.

Essa non è di per se qualcosa di negativo, ma in realtà è un meccanismo positivo che serve per combattere e distruggere virus e batteri.

IN CASO DI SINTOMI DI INFEZIONE E' IIMPORTANTE:


  • VALUTARNE LA GRAVITA' (IN CASI MENO GRAVI COME L'INFLUENZA, REGREDISCONO SPONTANEAMENTE IN 2-3 GIORNI)


  • CONTATTARE IL CURANTE NEL CASO DI SINTOMI PIU' GRAVI ( FEBBRE CHE NON REGREDISCE, DIFFICOLTA' RESPIRATORIA, DISTURBI NEUROLOGICI, SOPORE E ALTERATI STATI DI COSCIENZA


  • ATTENERSI ALLE BUONE NORME, SIA IGIENICHE SIA DI COMPORTAMENTO PER EVITARE IL CONTAGIO

Tra le buone norme di igiene abbiamo:


  • lavarsi accuratamente le mani. L’OMS ha dichiarato che questa pratica è una delle misure preventive più efficaci per ridurre il rischio di contagio e la trasmissione delle infezioni; deve però essere eseguita correttamente (ve ne parlo qui).

  • non portarsi le mani alla bocca

  • limitare i contatti se si hanno sintomi come febbre, tosse, vomito e diarrea

  • non assumere farmaci senza prescrizione medica


Quali fattori facilitano il diffondersi delle infezioni?


  • Ambienti sovraffollati

  • Locali poco areati e dove vi è poco ricambio di aria dall’esterno

  • Diminuzione all’esposizione della luce solare: la scarsa esposizoone al sole porta una diminuzione della vitamina D. Questa viene prodotta nella pelle grazie ai raggi solari e ha la funzione di favorire l’assorbimento e promuovere il buon funzionamento del sistema immunitario


Perchè i bambini, nei primi anni di vita, hanno spesso infezioni ricorreti?


Il loro sistema immunitario non è ancora completamente efficiente ed è ancora un pò "inesperto". Esso infatti è ancora stato esposto a una serie "limitata" di stimoli ambientali (quindi anche di agenti infettivi) e di conseguenza è ancora poco "strutturato".


La loro risposta immunitaria è per lo più di tipo innato o aspecifico e il loro sistema immunitario è come un database: ogni volta che viene a contatto con un agente infettivo e sviluppa una malattia esso viene aggiornato andato a rinforzare la famosa risposta immunitaria adattiva; così che in futuro le informazioni registrate potranno difenderlo nel caso venisse nuovamente in contatto con quell'agente infettivo.


Questo è anche il morivo per cui i bambini nei primi anni di vita si ammalano spesso, sopratutto da quando vengono introdotti in ambienti comunitari come asili nido e scuole materne.

Alcuni studi hanno dimostrato che i bambini che vanno incontro a infezioni frequenti durante gli anni della scuola materna, tenderanno ad ammalarsi meno da adulti.



Disclamer: Le indicazioni fornite negli articoli del Blog sono di carattere generale e divulgate allo scopo di far conoscere i comportamenti corretti circa le principali problematiche pediatriche. Non sostituisco il parere di un medico e per qualsiasi dubbio è sempre bene contattare sempre il proprio Pediatra.

L'articolo è di proprietà di Chiara Palmieri. E' severamente vietata la riproduzione dello stesso senza l'autorizzazione dell'autore e senza citare la fonte.


6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti